Per rimanere sempre aggiornato        Iscriviti alla newsletter

Canada - Quebec - Francesco De Fabiani - 15Km Mass Start

FRANCESCO DE FABIANI 4° NELLA 15 KM DI QUÉBEC CITY

Nel suo format di gara preferito DeFast arriva ad un soffio dal podio agguantando un ottimo piazzamento nella Top-5.

Ville de Québec, Canada – 23 Mar. 2019 - Un finale di stagione che sta diventando memorabile per l’alpino del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur. Quarto sul traguardo della 15 chilometri mass start in tecnica classica in terra canadese.

Una gara molto tattica nella sua prima metà. Gruppo compatto con De Fabiani davanti insieme ad un Pellegrino molto pimpante. A metà competizione il russo Bolshunov allunga il gruppo, Iversen lo segue, Pellegrino in scia è 6°, De Fabiani 12°. Al 10° chilometro sempre Bolshunov, questa volta insieme al norvegese Klæebo tentano la fuga, ma mentre tanti altri cedono l’alternista gressonaro tiene il ritmo dei primi, risalendo sino in terza posizione. Negli ultimi chilometri la gara chiaramente si accende ma De Fabiani c’è, eccome se c’è. Controlla in discesa, e recupera qualche metro in salita. All’ultima curva prima del traguardo parte la volata finale. Il norvegese Johannes Høsflot Klæbo domina il gruppetto imponendosi ancora una volta, dietro di lui il canadese Alex Harvey e terzo il norvegese Didrik Tønseth che beffa l’italiano per una manciata di centimetri proprio sulla linea del traguardo.

Quando si corre sull’uomo Francesco De Fabiani sa di essere particolarmente forte, se poi ci sono delle salite nel finale sappiamo che è ancora meglio. Sebbene oggi il finale fosse alquanto piatto la formula mass start ha dato una spinta fondamentale all’atleta valdostano.

«Una bella gara, sono davvero contento – è così che esordisce Francesco a caldo –. C’è mancato davvero poco per essere sul podio e soprattutto è mancata una salita finale come c’è ad Oberstdorf. Qui la volata era lunga, mi sentivo bene, nonostante tutto non è bastato per raggiungere il podio».

«Peccato però per il risultato di ieri: in fondo qualche secondo in meno mi avrebbe aiutato per quanto riguarda la classifica del Mini-Tour. Avessi raggiunto anche solo la semifinale, avrei avuto una ventina di secondi in meno nella generale. Domani affronterò l’ultima gara, nella modalità Gundersen. Partirò insieme a due ottimi pattinatori quali Røthe e Krüger cercando di puntare al tempo di giornata. Magari ottenendo qualche punto in più riuscirò a fare un balzo in avanti in classifica generale!».

De Fabiani dunque, che attualmente occupa l’8ª posizione nella classifica generale, sembra pronto e carico per affrontare l’ultima gara della stagione 2018/2019 di Coppa del Mondo.

.

_______________________________

Press Office of Francesco De Fabiani

     

 

    

© All photos are property of Nordic Focus

 

e-max.it: your social media marketing partner
itenfifrdejanoptruessv
  • Canada - Quebec - Francesco De Fabiani - 15Km Mass Start

    DE FABIANI CHIUDE LA SUA MIGLIOR STAGIONE DI COPPA CON UN 4° POSTO IN CANADA

    DE FABIANI CHIUDE LA SUA MIGLIOR STAGIONE DI

    Read More
  • Canada - Quebec - Francesco De Fabiani - 15Km Mass Start

    FRANCESCO DE FABIANI 4° NELLA 15 KM DI QUÉBEC CITY

    FRANCESCO DE FABIANI 4° NELLA 15 KM DI

    Read More
  • Nella splendida cornice di pubblico di Seefeld, già sede dei mondiali del 1985, il gressonaro del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur, Francesco De Fabiani ha faticato, complice una condizione meteo insolita e ha occupato l’ultima posizione della Top 20.  Giornata davvero difficile, per atleti e skimen, temperatura elevatissima, pubblico in visibilio: ecco gli ingredenti principali di questa fine di febbraio in Austria.  Nella gara dominata, forse a sorpresa dal redidivo norvegese Martin Johnsrud Sundby, De Fabiani non è mai stato in gara per le medaglie, forse anche a causa di una neve primaverile che ha regalato diverse sorprese.   Sundby ha preceduto il russo Bessmertnykh, 2° e il favoritissmo finlandese Niskanen. DeFast, attesissimo, ha fermato il cronometro in 40.20’3”, a 1.57” dal vincitore.  «Oggi è stata un gara molto difficile, fisica e per certi versi davvero insolita – dice De Fabiani al termine dello sforzo – sicuramente le correre alle 14:00 con queste temperature è molto impegnativo per noi atleti e per coloro che, ininterrottamente lavorano per noi preparandoci i materiali, ovvero gli skimen. Ci abbiamo provato, ma le gambe non erano forse al meglio. Preparare gli sci oggi non era affatto semplice, basta guardare le temperature».  Giornata da incorniciare invece per i supporters: «Beh, l’atmosfera era fantastica, voglio ringraziare il pubblico e i miei tifosi accorsi dalla Valle d’Aosta per starmi vicino. Non è andata benissimo, ma del resto non si può sempre andare bene. Ho trovato semplicemente una giornata difficile, voltiamo pagina e pensiamo ai prossimi impegni».  E i prossimi impegni, sono dietro l’angolo: «Ci sono ancora due gare per fare bene: venerdì nella staffetta dovremo lottare per il podio. Il tempo pare sia in procinto di cambiare, dovrebbe annuvolarsi. Speriamo che cambi la neve, noi ce la metteremo tutta».  Domenica infine, la 50 km: «Ci terrei a farla, ma prima vorrei capire che tipo di neve ci sarà, che condizioni troveremo. Ovviamente gli impegni si sommano e la fatica aumenta. Se la neve diventasse più dura, e quindi più adatta alle mie caratteristiche, la farò, altrimenti mi concentrerò sulla prossima gara di Coppa del Mondo, guarda caso proprio una 50 km, ma quella di Oslo, in programma la settimana successiva»

    FRANCESCO DE FABIANI 18° NELLA 15 KM DI FALUN

    FRANCESCO DE FABIANI 18° NELLA 15 KM DI

    Read More
  • Nella splendida cornice di pubblico di Seefeld, già sede dei mondiali del 1985, il gressonaro del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur, Francesco De Fabiani ha faticato, complice una condizione meteo insolita e ha occupato l’ultima posizione della Top 20.  Giornata davvero difficile, per atleti e skimen, temperatura elevatissima, pubblico in visibilio: ecco gli ingredenti principali di questa fine di febbraio in Austria.  Nella gara dominata, forse a sorpresa dal redidivo norvegese Martin Johnsrud Sundby, De Fabiani non è mai stato in gara per le medaglie, forse anche a causa di una neve primaverile che ha regalato diverse sorprese.   Sundby ha preceduto il russo Bessmertnykh, 2° e il favoritissmo finlandese Niskanen. DeFast, attesissimo, ha fermato il cronometro in 40.20’3”, a 1.57” dal vincitore.  «Oggi è stata un gara molto difficile, fisica e per certi versi davvero insolita – dice De Fabiani al termine dello sforzo – sicuramente le correre alle 14:00 con queste temperature è molto impegnativo per noi atleti e per coloro che, ininterrottamente lavorano per noi preparandoci i materiali, ovvero gli skimen. Ci abbiamo provato, ma le gambe non erano forse al meglio. Preparare gli sci oggi non era affatto semplice, basta guardare le temperature».  Giornata da incorniciare invece per i supporters: «Beh, l’atmosfera era fantastica, voglio ringraziare il pubblico e i miei tifosi accorsi dalla Valle d’Aosta per starmi vicino. Non è andata benissimo, ma del resto non si può sempre andare bene. Ho trovato semplicemente una giornata difficile, voltiamo pagina e pensiamo ai prossimi impegni».  E i prossimi impegni, sono dietro l’angolo: «Ci sono ancora due gare per fare bene: venerdì nella staffetta dovremo lottare per il podio. Il tempo pare sia in procinto di cambiare, dovrebbe annuvolarsi. Speriamo che cambi la neve, noi ce la metteremo tutta».  Domenica infine, la 50 km: «Ci terrei a farla, ma prima vorrei capire che tipo di neve ci sarà, che condizioni troveremo. Ovviamente gli impegni si sommano e la fatica aumenta. Se la neve diventasse più dura, e quindi più adatta alle mie caratteristiche, la farò, altrimenti mi concentrerò sulla prossima gara di Coppa del Mondo, guarda caso proprio una 50 km, ma quella di Oslo, in programma la settimana successiva»

    DE FABIANI 14° NELLA 50 KM DI SEEFELD

    DE FABIANI 14° NELLA 50 KM DI SEEFELD

    Read More
  • Nella splendida cornice di pubblico di Seefeld, già sede dei mondiali del 1985, il gressonaro del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur, Francesco De Fabiani ha faticato, complice una condizione meteo insolita e ha occupato l’ultima posizione della Top 20.  Giornata davvero difficile, per atleti e skimen, temperatura elevatissima, pubblico in visibilio: ecco gli ingredenti principali di questa fine di febbraio in Austria.  Nella gara dominata, forse a sorpresa dal redidivo norvegese Martin Johnsrud Sundby, De Fabiani non è mai stato in gara per le medaglie, forse anche a causa di una neve primaverile che ha regalato diverse sorprese.   Sundby ha preceduto il russo Bessmertnykh, 2° e il favoritissmo finlandese Niskanen. DeFast, attesissimo, ha fermato il cronometro in 40.20’3”, a 1.57” dal vincitore.  «Oggi è stata un gara molto difficile, fisica e per certi versi davvero insolita – dice De Fabiani al termine dello sforzo – sicuramente le correre alle 14:00 con queste temperature è molto impegnativo per noi atleti e per coloro che, ininterrottamente lavorano per noi preparandoci i materiali, ovvero gli skimen. Ci abbiamo provato, ma le gambe non erano forse al meglio. Preparare gli sci oggi non era affatto semplice, basta guardare le temperature».  Giornata da incorniciare invece per i supporters: «Beh, l’atmosfera era fantastica, voglio ringraziare il pubblico e i miei tifosi accorsi dalla Valle d’Aosta per starmi vicino. Non è andata benissimo, ma del resto non si può sempre andare bene. Ho trovato semplicemente una giornata difficile, voltiamo pagina e pensiamo ai prossimi impegni».  E i prossimi impegni, sono dietro l’angolo: «Ci sono ancora due gare per fare bene: venerdì nella staffetta dovremo lottare per il podio. Il tempo pare sia in procinto di cambiare, dovrebbe annuvolarsi. Speriamo che cambi la neve, noi ce la metteremo tutta».  Domenica infine, la 50 km: «Ci terrei a farla, ma prima vorrei capire che tipo di neve ci sarà, che condizioni troveremo. Ovviamente gli impegni si sommano e la fatica aumenta. Se la neve diventasse più dura, e quindi più adatta alle mie caratteristiche, la farò, altrimenti mi concentrerò sulla prossima gara di Coppa del Mondo, guarda caso proprio una 50 km, ma quella di Oslo, in programma la settimana successiva»

    20° POSTO PER FRANCESCO DE FABIANI NELLA 15 KM MONDIALE

    20° POSTO PER FRANCESCO DE FABIANI NELLA 15

    Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Per rimanere sempre aggiornato        Iscriviti alla newsletter


De Fabiani Logo Fontina
 
De Fabiani Logo Fontina
image
image
image
suunto logo
Esercito Italiano

image
image
image
image
 
Per rimanere sempre aggiornato          Iscriviti alla newsletter